Cerca
  • Luigi Quintieri

MANIPOLAZIONE EURIBOR: SENTENZA TRIBUNALE PESCARA

MANIPOLAZIONE EURIBOR: SENTENZA TRIBUNALE PESCARA


TRIBUNALE DI PESCARA, SENT. DEL 28 MARZO 2019, EST. RIAEsemplare sentenza sulla manipolazione dei tassi Euribor .Dal 2005 al 2008 è nota a tutti oramai la manipolazione dei suddetti tassi, orbene il Tribunale di Pescara nella persona del Giudice Francesco Ria, si esprime statuendo la nullità afferente la clausola del contratto di Mutuo che faccia riferimento agli Euribor. La decisione che riconosce la manipolazione dell’Euribor e a cui lo stesso organo Giudicante fa riferimento è quella della Commissione Europea pubblicata il 4.12.2013. La Commissione riscontra le violazioni dell’art. 101 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea e dell’art. 53 dell’Accordo

sull’Area Economica Europea, in quanto alcuni istituti di credito, deputati alla formazione dell’Euribor, avevano messo in atto pratiche distorsive della concorrenza per alterare l’andamento normale dei componenti di prezzo rilevanti o determinanti alla formazione del tasso. In una prospettiva all’interno della quale si riscontra un’alterazione dell’andamento del tasso per manipolazione, occorre pertanto statuire la nullità dello stesso, utilizzato dalle parti in relazione al periodo oggetto di decisione della Commissione UE e procedere all’accertamento del nuovo piano di ammortamento così come determinato dal Perito di Parte.

2 visualizzazioni0 commenti